I tifosi italiani dimostrano di essere particolarmente legati alla propria città natale infatti il 46% degli intervistati dichiara di scegliere la propria squadra del cuore in base alla città dove è nato, guadagnando così il primo posto in Europa. Inoltre, la passione per il calcio inizia fin dalla più giovane età: il 38% degli italiani si reca allo stadio prima di compiere 10 anni.

Lo studio Mastercard “Il dodicesimo uomo”, realizzato in occasione della Finale di Champions League indaga sulle abitudini di 10.500 tifosi in 16 paesi europei mettendo in evidenza i “sacrifici” e le rinunce che sono disposti a fare per sostenere la propria squadra. Tanti i fattori presi in considerazione dalla ricerca: dai viaggi in paesi lontani ai soldi spesi, dalle distanze percorse alle relazioni personali, fino a scoprire l’età in cui hanno iniziato ad appassionarsi a questo sport e visto la loro prima partita allo stadio.

Alla domanda “a cosa rinunceresti per assistere alla finale di Champions League della tua squadra”, 1 tifoso italiano su 10 sacrificherebbe la propria luna di miele per seguire la squadra del cuore, il 44% confessa che rinuncerebbe alla festa di compleanno di un familiare o di un amico importante e il 28% salterebbe un impegno di lavoro.

Gli italiani sono anche disposti a grandi spostamenti per seguire i propri beniamini: il 56% di loro si è recato più di una volta all’estero per seguire la partita dal vivo e il 37% ha fatto sino a 5 ore di viaggio per supportare la propria squadra.

Anche messi di fronte a spese ingenti di denaro, i tifosi italiani non si lasciano intimorire e l’80% di loro, infatti, è arrivato a spendere fino a 450 euro per assistere ad una partita e il 22% non sarebbe mai disposto a cedere il proprio biglietto della finale di Champions League in cambio di denaro.

Ann Cairns, President International Markets di Mastercard ha dichiarato: “La Champions League ha regalato momenti memorabili nella storia del calcio, e i tifosi hanno un ruolo importante nella creazione di questa magia. La partecipazione di Mastercard, come sponsor, fa parte del nostro spirito Priceless, che accompagna anche il mondo dello sport.”