Chi guadagna di più tra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo? Ardua è la risposta, ma sono sicuramente i due giocatori più pagati nel mondo del calcio. Calcio come business, calcio per diventare ricchi, calcio per costruire un futuro per la propria famiglia, che duri tante generazioni.

CRISTIANO RONALDO CALCIATORE E SPORTIVO PIU’ PAGATO AL MONDO

In realtà, oggi è Ronaldo il giocatore più pagato del mondo, dopo il rinnovo del contratto firmato con il Real Madrid ad inizio novembre.

Per il fuoriclasse portoghese l’ingaggio è pari a 24 milioni di euro netti a stagione, che diventano addirittura circa 32 milioni di euro, qualora tutti i bonus dovessero essere raggiunti, e 80 milioni di euro annui, contando anche le sponsorizzazioni da oltre 30 milioni di euro.

Numeri da capogiro per Ronaldo, che risulta essere anche lo sportivo più pagato nel mondo, superando atleti del calibro di LeBron James e Roger Federer, al top nel mondo del basket e del tennis.

SEGUE MESSI, DAVANTI A HULK, NEYMAR, BALE, IBRAHIMOVIC, PELLE’, MULLER, LAVEZZI E ROONEY

Solo secondo, invece, Messi, che sta trattando il nuovo prolungamento del contratto con il Barcellona con adeguamento dell’attuale ingaggio da 21 milioni di euro netti a stagione. In realtà, con i bonus l’argentino potrebbe arrivare facilmente a quota 36 milioni, ai quali si aggiungono sponsorizzazioni da circa 35 milioni per un totale di 73 milioni di euro annui, che fanno dell’attaccante il secondo sportivo più pagato del mondo.

Sarebbe secondo anche il brasiliano Hulk, che riceve ben 20 milioni di euro netti all’anno dai cinesi dello Shanghai SIPG, ma non ha bonus per il raggiungimento di obiettivi personali e di squadra. Diversamente da Neymar, che con il nuovo contratto guadagna ben 18 milioni di euro netti, che con i bonus possono arrivare a 25 milioni, ai quali si aggiungono altri 20 milioni circa dagli sponsor, per un totale che può toccare i 45 milioni  di euro all’anno.

Fuori dal podio Gareth Bale, che ha appena rinnovato con il Real Madrid per 19 milioni di euro netti a stagione, più altri 13 milioni di euro di sponsorizzazioni, Zlatan Ibrahimovic, che guadagna ben 16 milioni di euro al Manchester United, più 18 milioni per gli sponsor, davanti all’italiano Graziano Pellè, che ha accettato la clamorosa e faraonica offerta dello Shandong Luneng da 15 milioni di euro netti annui.

Il primo giocatore tedesco nella top ten è Thomas Muller, ingaggio da circa 14 milioni di euro netti a stagione con il Bayern Monaco, più altri 10 milioni di sponsorizzazioni, davanti all’argentino Ivan Ezequiel Lavezzi, migrato in Cina davanti all’offerta dell’Hebei Fortune FC da 13 milioni di euro annui, e all’inglese Wayne Rooney, che guadagna 13 milioni di euro, più altri 10 milioni dagli sponsor.

IN ITALIA COMANDA LA JUVENTUS PER MONTE INGAGGI: QUASI 150 MILIONI

Numeri sicuramente irraggiungibili per la Serie A e l’Italia, dove gli ingaggi dei calciatori non si avvicinano nemmeno lontanamente a questi contratti così onerosi. Eppure, l’andamento del campionato italiano rispecchia totalmente anche i monte ingaggi dei club nostrani, con la Juventus a dominare in campo e in business.

La Juventus capolista, infatti, spende ben oltre i 100 milioni di euro di ingaggio per i propri giocatori, ma viene ripagato dai gol di Gonzalo Higuain, contratto da 7,5 milioni di euro, e dalle parate decisive del solito Gigi Buffon, 4 milioni di euro per lui. Lo strapotere economico dei bianconeri è legato ovviamente ad un bilancio e ad introiti incredibili per il calcio italiano, che si avvicinano leggermente alle big d’Europa. Per questo, ha in rosa i migliori giocatori del campionato e ingaggi superiori ai 2 milioni di euro netti a stagione, guadagnati anche da un panchinaro come Neto. Il club pentacampione ha lavorato molto bene sul mercato dei giovani talenti, anche e soprattutto offrendo loro contratti importanti, come 1,5 milioni di euro di Stefano Sturaro e Daniele Rugani, freschi di rinnovo. A guadagnare meno è Rolando Mandragora con 200 mila euro netti a stagione.

STIPENDI CALCIATORI JUVENTUS:

Higuain: 7.500.000 euro
Pjanic: 4.500.000 euro
Khedira, Buffon: 4.000.000 euro
Mandzukic, Marchisio, Chiellini, Dani Alves, Bonucci: 3.500.000 euro
Cuadrado, Dybala, Hernanes: 3.000.000 euro
Alex Sandro, Benatia, Liechtsteiner: 2.800.000 euro
Evra, Barzagli: 2.500.000 euro
Neto: 2.000.000 euro
Pjaca: 1.800.000 euro
De Ceglie : 1.700.000 euro
Asamoah: 1.600.000 euro
Sturaro, Rugani: 1.500.000 euro
Lemina: 1.200.000 euro
Mattiello: 400.000 euro
Audero: 250.000 euro
Mandragora: 200.000 euro

NAPOLI IN CRESCITA: OLTRE 80 MILIONI DI EURO

La stagione di Marek Hamsik giustifica il rinnovo del contratto da oltre 3 milioni di euro da parte del Napoli, che ha aumentato sensibilmente il monte ingaggi negli ultimi 4 anni, ma è ancora lontano dal proporre certe cifre. Anche per questo che sono nati i casi Lorenzo Insigne, fermo a 1,8 milioni di euro netti a stagione, ancora alla caccia del rinnovo, diversamente da Elseid Hysaj, che guadagnerà 1,4 milioni di euro netti a stagione, e Dries Mertens, che potrebbe raddoppiare gli attuali 1,2 milioni fino ad arrivare a circa 2,5 milioni di euro netti a stagione. Senza dimenticare, ovviamente, l’introduzione delle clausole di rescissione, un’arma che può rivoltarsi contro ancora una volta al presidente Aurelio De Laurentiis.

STIPENDI CALCIATORI NAPOLI:

Hamsik: 3.500.000 euro
Callejon: 3.000.000 euro
Milik, Reina: 2.500.000 euro
Albiol: 2.100.000 euro
Koulibaly: 2.000.000 euro
Gabbiadini: 1.900.000 euro
L.Insigne: 1.800.000 euro
Chiriches : 1.700.000 euro
Jorginho, Ghoulam: 1.600.000 euro
Giaccherini, Strinic, Zielinski: 1.500.000 euro
Allan, Hysaj: 1.400.000 euro
Rog: 1.300.000 euro
Diawara, Maksimovic, Rafael, Mertens: 1.200.000 euro
Maggio: 1.100.000 euro
Tonelli: 900.000 euro
El Kaddaouri, Sepe: 600.000 euro
R.Insigne: 200.000 euro
Lasicki: 100.000 euro

LA ROMA AL DI SOTTO DEI 100 MILIONI DI STIPENDI

E’ rinato, invece, Edin Dzeko, che guadagna 4,5 milioni nella Roma, dove il più pagato resta Daniele De Rossi con i suoi 6,5 milioni di euro netti a stagione. I giallorossi dovranno blindare al più presto Radja Nainggolan, che ha un contratto da 3,2 milioni di euro, leggermente meno di Mohamed Salah, a quota 3,5 milioni. Altri casi da risolvere sono sicuramente quelli di Kostas Manolas e Antonio Rudiger, oggetti dei desideri delle big d’Europa, pronti ad approfittare degli ingaggi da 1,8 e 1,5 milioni di euro netti a stagione. Invece, capitan Francesco Totti ha accettato un ingaggio da 1,2 milioni di euro pur di giocare ancora con la maglia della squadra della propria città e Leandro Paredes è tornato dopo il prestito della scorsa stagione, percependo 700 mila euro.

STIPENDI CALCIATORI ROMA:

De Rossi: 6.500.000 euro
Dzeko: 4.500.000 euro
Salah: 3.500.000 euro
Nainggolan: 3.200.000 euro
Szczesny, Vermaelen: 3.000.000 euro
Strootman: 2.800.000 euro
Iturbe: 2.300.000 euro
Juan Jesus: 2.200.000 euro
El Sharaawy: 2.000.000 euro
Perotti: 1.900.000 euro
Manolas: 1.800.000 euro
Florenzi, Bruno Peres, Fazio: 1.700.000 euro
Alisson, Rudiger: 1.500.000 euro
Mario Rui: 1.400.000 euro
Totti: 1.200.000 euro
Gerson: 800.000 euro
Paredes: 700.000 euro
Lobont: 500.000 euro
Emerson Palmieri: 350.000 euro
Nura, Seck: 200.000 euro

INTER SECONDA SUPER POTENZA ECONOMICA IN ITALIA CON CIRCA 120 MILIONI DI EURO

Casi diversi, invece, Inter e Milan. I nerazzurri sono tornati a pagare ingaggi importantissimi ai propri giocatori, grazie soprattutto agli arrivi di Erick Thohir prima e del Group Suning dopo. Il giocatore che guadagna di più in nerazzurro è Mauro Icardi con il suo rinnovo da 5 milioni di euro, davanti al sempre più mistero Geoffrey Kondogbia, fermo a 3,5 milioni netti a stagione. Interessante, invece, come gli ultimi acquisti Joao Mario e Gabigol guadagnino 2,7 milioni di euro, più di Antonio Candreva, fermo a 2,2 milioni, mentre la grana Marcelo Brozovic è stata risolta con un contratto da circa 3 milioni di euro a stagione, bonus compresi.

STIPENDI CALCIATORI INTER:

Icardi: 5.000.000 euro
Kondogbia, Jovetic: 3.500.000 euro
Perisic, Banega, Miranda, Brozovic: 3.000.000 euro
Gabigol, Joao Mario: 2.700.000 euro
Handanovic, Felipe Melo: 2.500.000 euro
Palacio, Ranocchia: 2.400.000 euro
Candreva: 2.200.000 euro
Eder: 1.800.000 euro
Biabiany, Medel: 1.600.000 euro
Ansaldi: 1.500.000 euro
Murillo, Nagatomo, Santon: 1.300.000 euro
D’Ambrosio, Andreolli: 1.100.000 euro
Carrizo: 750.000 euro
Berni: 200.000 euro
Gnoukouri, Radu: 100.000 euro
Yao, Miangue: 80.000 euro

IL MILAN HA RIDOTTO IL MONTE INGAGGI A CIRCA 70 MILIONI ANNUI

I rossoneri, invece, hanno drasticamente ridotto il proprio monte ingaggi, che vale circa 70 milioni di euro. Al Milan è Carlos Bacca con i suoi 3,5 milioni di euro a comandare lo spogliatoio, ma la trattativa per la cessione della società da Fininvest a Sino Europe Sports ha bloccato i rinnovi di Giacomo Bonaventura, Gigi Donnarumma e Suso, che passeranno dagli attuali 1 milione di euro dei centrocampisti e 160 mila euro a stagione del portiere a ben 2 milioni di euro netti a stagione. I 2 milioni di euro netti a stagione di Alessio Romagnoli e Andrea Bertolacci sono figli delle ultime campagne acquisti targate Silvio Berlusconi.

STIPENDI CALCIATORI MILAN:

Bacca: 3.500.000 euro
Luiz Adriano: 3.000.000 euro
Montolivo, Honda: 2.500.000 euro
Abate: 2.300.000 euro
Romagnoli, Bertolacci: 2.000.000 euro
Zapata : 1.700.000 euro
Sosa, Poli, De Sciglio, Kucka, Antonelli: 1.500.000 euro
Mati Fernandez: 1.300.000 euro
Suso, Bonaventura, Paletta, Lapadula: 1.000.000 euro
G. Gomez, Gabriel, Ely, Niang, Vangioni, Pasalic: 800.000 euro
Calabria: 600.000 euro
Locatelli: 300.000 euro
Donnarumma: 160.000 euro
Plizzari: 100.000 euro

LAZIO SUBITO DOPO LE TOP 5: MONTE INGAGGI SUPERIORE AI 50 MILIONI

La Lazio sta provando ad inserirsi nella lotta al terzo posto anche grazie ad un aumento, seppur minimo, del monte ingaggi. Il giocatore che guadagna di più è il fiore all’occhiello dell’ultima campagna acquisti, Ciro Immobile con 2 milioni di euro, mentre sarà difficile trattenere ancora a lungo Stefan De Vrij, Lucas Biglia, Felipe Anderson e Keità, fermi a quota 1,3 milioni, 1,4 milioni, 1,2 milioni e 600 mila euro.

STIPENDI CALCIATORI LAZIO:

Immobile: 2.000.000 euro
Radu, Marchetti, Biglia: 1.400.000 euro
De Vrij: 1.300.000 euro
Djordjevic, Luis Alberto, Parolo, Lulic, Kishna, Felipe Anderson: 1.200.000 euro
Wallace, Bastos, Milinkovic-Savic, Morrison, Lukaku: 1.000.000 euro
Hoedt: 850.000 euro
Leitner, Cataldi, Basta: 800.000 euro
Patric: 700.000 euro
Keita: 600.000 euro
Vargic: 500.000 euro
Tounkara: 300.000 euro
Murgia: 200.000 euro
Strakosha, Prce, Lombardi: 100.000 euro

TUTTE LE ALTRE: MONTE INGAGGI TRA I 14 E I 45 MILIONI DI EURO

La lotta per la salvezza tra Palermo, Pescara, Empoli e Crotone è anche la sfida tra le squadre con il monte ingaggi più bassi, visto che non superano i 20 milioni di euro totali netti a stagione. Dato in contro tendenza, invece, resta il Chievo Verona, che con i suoi 18 milioni di euro totali per gli ingaggi e i tanti vecchietti sta vivendo una stagione sopra le aspettative, insieme all’Atalanta dei giovani, che ha un monte ingaggi totale addirittura da circa 15 milioni di euro.

Per aggiornamenti consigliamo di seguire http://www.panorama.it/  che è in costante aggiornamento e http://www.stadiosport.it/ per gli ultimi movimenti di mercato.